Trasporto merci in conto proprio: breve sintesi della normativa vigente

I riferimenti normativi per il trasporto merci in conto proprio si trovano nella Legge 298/74 dall’art. 31 all’art. 39, nel D.P.R. 783/77 art. 4 e ss., nell’Art. 83 del Codice della Strada (D. Lgs. 285/92). Dietro queste sigle, apparentemente incomprensibili, ci sono precise regolamentazioni sul trasporti merci in conto proprio, importanti per poter rimanere nel solco della legge e non incappare in sanzioni. Se hai qualche dubbio relativamente alla licenza sul trasporto merci in conto proprio contatta l’Agenzia Gamba di Bergamo, che da quasi 50 anni si occupa di assistenza ai cittadini relativamente alla burocrazia legata al mondo dei motori. E il trasporto merci in conto proprio si colloca in mezzo alle necessità di un’impresa per lo spostamento o il ritiro della merce funzionale alla sua attività, trasporto non core business di quella realtà.

Cosa dice la normativa vigente sul trasporto merci in conto proprio

La licenza per il trasporto merci in conto proprio viene rilasciata successivamente alla presentazione di una domanda, specificando chi guida i veicoli e quali categorie merceologiche vengono trasportate. La semplice presentazione della domanda permette il rilascio della licenza se la portata utile dell’autoveicolo non supera le 3 tonnellate, se è necessaria la sostituzione di un veicolo per il quale già esisteva la licenza, se si ha la necessità di estendere le classi di prodotti da trasportare o altre variazioni della licenza relative a cambio sede dell’impresa o questioni legate al nome dell’azienda. Generalmente è bene compilare una domanda di rilascio licenza C/P e la dichiarazione relativa alla situazione reddituale se si verificano altri casi, diversi dalla tipologia appena menzionata. Nella modulistica bisogna inserire alcune fondamentali informazioni. Ma chi può guidare il mezzo preposto al trasporto merci in conto proprio? Sostanzialmente sono state individuate 5 categorie di soggetti: il titolare dell’impresa individuale; un lavoratore dell’azienda regolarmente pagato; collaboratori familiari, nel caso di piccoli imprenditori o artigiani; i soci delle aziende come le S.N.C e le S.A.S.; l’amministratore unico nelle società di capitali, vale a dire per sigle quali S.R.L., S.P.A., S.C.A.R.L.

Se hai ancora particolari dubbi o hai bisogno di ulteriori chiarimenti contatta l’Agenzia Gamba di Bergamo all’indirizzo email oppure visita il nostro sito  per scoprire tutti i servizi per i cittadini!

Dove siamo

Via Radini Tedeschi, 26
24124 BERGAMO (BG)

Orari

Dal lunedì al venerdì:
8:30 - 12:30 e dalle 14:30 - 18:30
Sabato chiuso

P.Iva: 02997690165 | URI: BG | REA: 340653 | Cap.Sociale 60.000 €

Leggi la Privacy Policy*