Pratica di reimmatricolazione: cosa vuol dire

Con il termine immatricolazione si indica quel procedimento, successivo all’acquisto di un veicolo, con il quale questo viene registrato alla Motorizzazione Civile e al Pubblico Registro Automobilistico.

È solo con questo doppio passaggio che il proprietario avrà gli strumenti necessari per poter circolare, ovvero la targa e il libretto di circolazione.

I passaggi appena descritti sono quelli che la normativa di settore impone a chi acquista un’auto nuova.

Ma cosa succede quando il mezzo ha già avuto un precedente proprietario?

In tal caso si parla di reimmatricolazione, ovvero di una seconda registrazione al Pubblico Registro Automobilistico.

Presentandosi presso gli uffici dell’Agenzia di Consulenza Automobilistica Gamba in Via Radini Tedeschi, n. 26, a Bergamo, è possibile affidare l’incarico agli esperti, che provvederanno a completare la procedura nel minor tempo possibile.

 

Quando procedere

Come per l’immatricolazione, pure la reimmatricolazione è doverosa e necessaria in alcune circostanze espressamente individuate dalla normativa di settore, anche se di fatto la pratica in sé per sé è identica a quella compiuta per la prima immatricolazione.

La reimmatricolazione al Pubblico Registro Automobilistico è richiesta nei seguenti casi:

  • radiazione del veicolo (ovvero cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico)
  • illeggibilità della targa
  • acquisto auto usata
  • veicolo proveniente dall’estero
  • distruzione della targa
  • smarrimento della targa
  • furto della targa.

Per queste ultime due ipotesi la reimmatricolazione è subordinata al fatto che siano passati almeno 15 giorni dalla denuncia di furto o di smarrimento, senza che le targhe siano state ritrovate.

Verificata tale circostanza sarà possibile procedere con la re-iscrizione del veicolo al Pubblico Registro Automobilistico.

E ancora, la reimmatricolazione è la pratica da completare per la nuova immissione su strada delle auto storiche originariamente destinate alla demolizione.

Se rispondenti ai requisiti richiesti e funzionanti, per consentirne la circolazione e scongiurare pericoli, tali mezzi devono essere iscritti nei registri storici dell’ASI (Automotoclub Storico d’Italia).

 

La documentazione

Il soggetto che ha bisogno di assistenza per la reimmatricolazione di un veicolo può rivolgersi agli esperti del settore, che lo assisteranno nel disbrigo delle pratiche.

È bene ricordare che per il completamento della procedura è necessario presentare una specifica documentazione, indicata in maniera puntuale dalle regole vigenti in materia.

Nello specifico, i documenti da presentare per richiedere la reimmatricolazione sono:

  • documento d’identità dell’intestatario
  • carta di circolazione del veicolo
  • certificato di proprietà del veicolo
  • denuncia di furto o smarrimento targhe
  • la targa rimasta, in caso di furto o smarrimento di un solo pezzo
  • entrambe le targhe deteriorate o illeggibili.

Una volta terminato tutto l’iter burocratico, portato a compimento in tempi brevissimi, l’Agenzia di Consulenza Automobilistica Gamba consegnerà al cliente le nuove targhe e i nuovi documenti del veicolo.

Se hai bisogno di reimmatricolare il tuo mezzo e non sai come fare affidati al team dell’Agenzia Gamba: chiama il numero 035/237836 per parlare direttamente con i professionisti.

Pratiche auto

Dove siamo

Via Radini Tedeschi, 26
24124 BERGAMO (BG)

Orari

Dal lunedì al venerdì:
8:30 - 12:30 e dalle 14:30 - 18:30
Sabato chiuso

P.Iva: 02997690165 | URI: BG | REA: 340653 | Cap.Sociale 60.000 €

Leggi la Privacy Policy*

si4web