Passaggio di proprietà per veicoli storici: come fare?

Possedere un’auto storica è, senza dubbio, un enorme vanto. Chi è proprietario di un simile bene ha una cura quasi maniacale per il proprio mezzo, trattandolo come se fosse uno di famiglia. In determinate circostanze accade, però, che il veicolo debba essere ceduto, permettendo così ad un altro appassionato di entrare in possesso di un prezioso pezzo di storia. In questo caso il passaggio di proprietà per i veicoli differisce dalla procedura classica, proprio in ragione del bene oggetto della transazione. Esistono, infatti, numerose agevolazioni previste dalla normativa di settore, volte a facilitare l’intero procedimento. Tali agevolazioni non si fermano alle sole pratiche di passaggio, ma arrivano addirittura a comprendere bollo, tasse automobilistiche e RC auto.

I veicoli

Con il termine auto storica o di interesse storico si fa particolare riferimento ai veicoli con più di venti o trent’anni. L’individuazione delle vetture interessate viene fatta, con cadenza annuale, dall’Automotoclub Storico Italiano (ASI). I veicoli in questione devono esistere da almeno venti o trenta anni, ma come verificare la data di esistenza esatta del mezzo? Per farlo sarà sufficiente verificare l’anno di prima immatricolazione, indifferentemente dal luogo in cui questa è avvenuta. È importante che le auto storiche non risultino in alcun modo legate ad un uso professionale o aziendale, pena l’esclusione dal sistema delle agevolazioni.

Come procedere

Una volta effettuata una preliminare visura sulla targa del veicolo, volta ad ottenere la certezza della storicità dell’auto, sarà possibile procedere al passaggio di proprietà. Le modalità sono essenzialmente le medesime previste per le vetture standard. Una volta autenticata la firma del venditore, si registra il passaggio presso l’unità territoriale ACI – Pubblico Registro Automobilistico, per poter richiedere alla Motorizzazione Civile l’aggiornamento della carta di circolazione. Per i costi da sostenere la sorte è la medesima, fatta eccezione per l’imposta provinciale di trascrizione.  Per questa, infatti, è possibile usufruire della riduzione facendo espressa richiesta al PRA, indicando gli estremi della legge in materia.

Nel caso in cui ci sia la necessità di svolgere questo particolare tipo di pratiche, ti consigliamo di affidarti all’Agenzia di consulenza automobilistica Gamba di Bergamo. Nella sezione dedicata trovi tutti i modi per metterti in contatto con i professionisti in sede.

Dove siamo

Via Radini Tedeschi, 26
24124 BERGAMO (BG)

Orari

Dal lunedì al venerdì:
8:30 - 12:30 e dalle 14:30 - 18:30
Sabato chiuso

P.Iva: 02997690165 | URI: BG | REA: 340653 | Cap.Sociale 60.000 €

Leggi la Privacy Policy*